Cronache Di Spogliatoio public
[search 0]
More

Download the App!

show episodes
 
Loading …
show series
 
Quando Claudio Ibrahim Vaz Leal Branco accarezza con le mani il pallone al minuto 43 del secondo tempo di Genoa-Liverpool, ispezionandolo per cercare il punto esatto in cui calciarlo, è come se tutti i quarantamila sugli spalti respirassero con gli stessi polmoni. Anzi, non respirassero affatto, perché è un momento che impone di trattenere il fiato…
 
Tre generazioni di tifosi del Torino hanno vissuto il giorno più importante della loro vita da tifosi nella prima metà di maggio. Il 4 maggio 1949, Superga, la scoperta che il destino ce l'ha con te. Il 16 maggio 1976, l'ultimo scudetto. Una gioia imprevista, incredibile, rabbiosa come nei pugni stretti di Gigi Radice coi pantaloni a zampa d'elefan…
 
L'Avvocato Gianni Agnelli e la Francia hanno sempre avuto un rapporto privilegiato. Dalle parti di Casa Agnelli affiora ogni tanto una battuta che, come tutte le battute, possiede sempre un fondo di convinzione in chi la pronuncia: “Il Piemonte non è una regione della Francia, è la Francia che è una regione del Piemonte”. Tanto addirittura da sposa…
 
17 novembre 1993Tutto in una notte, l'ultima notte europea di un vecchio calcio, di un vecchio sistema. Prima che l'Unione Sovietica e la Jugoslavia si dividessero in mille frammenti, l'ultima notte della Cecoslovacchia, l'ultima notte di qualificazione a un Mondiale a 24 squadre, con molti meno posti disponibili. La notte che cambierà la vita di a…
 
Questa rubrica si chiama “Una stagione da Dio” e quindi per definizione dovrebbe raccontare i momenti brevi ma intensissimi in cui squadre medio-piccole, per un anno intero, hanno vissuto la vertigine dell'alta classifica, di una finale di Coppa, eccetera eccetera. Ma sappiamo bene che ci sono tante altre squadre che non sono riuscite a raggiungere…
 
Prendete la vostra serie tv preferita. Breaking Bad, Stranger Things, La Casa di Carta, Lost, quella che volete. Ci troverete mistero, pathos, colpi di scena, anche qualche elemento surreale, forse soprannaturale. Bene: qualunque sia il momento più alto della più geniale delle serie tv, sappiate che in Italia l'abbiamo già scritto meglio. Quello ch…
 
Questa è la storia di un no. Di una serie di no. Missing (1982) di Costa Gavras, con Jack Lemmon e Sissy Spacek – nel cuore della notte di una Santiago desertificata dal coprifuoco, vediamo correre un cavallo bianco inseguito da una camionetta di soldati, una scena assurda e poetica insieme, una specie di quel realismo magico sudamericano, un'atmos…
 
“Dottore, come devo allenare Maradona?” “Tu hai mai visto allenarsi un gatto? Gli basta nutrirsi e riposare per essere il migliore” Le vie del Mondiale sono praticamente infinite. C’è quasi sempre una seconda chance per le grandi squadre che steccano al primo tentativo. Ma se in Europa siamo abituati a risolvere la contesa all’interno dei confini c…
 
Novembre 1943, primo mattino: qualcuno bussa alla porta della villa romana di Ottorino Barassi, segretario della Federcalcio. “Gestapo”. Hanno saputo che da qualche parte, a Roma, si nasconde la Coppa del Mondo: la prima versione, quella con la Vittoria Alata, che l'Italia detiene per averla vinta nel 1934 e nel 1938. Barassi non cade dalle nuvole,…
 
“E la chiamano estate/questa estate/senza te”. Bruno Martino, 1965 – materiale da boomer qui su Youtube. Una colonna sonora malinconica, struggente, che avrete sentito forse in qualche spot pubblicitario, o nel Divo di Paolo Sorrentino. L'ideale per raccontare questa storia che non è solo una storia di calcio, di calciomercato; ma è anche uno stato…
 
Si dice che non bisogna mai tornare nei posti dove si è stati felici. Per un allenatore è ancora più vero. Prendete Sacchi e Capello, che a metà anni Novanta hanno commesso l'errore di farsi prendere dalla nostalgia e sono andati a schiantarsi uno dopo l'altro contro un Milan senza capo né coda. Carlo Ancelotti li conosce bene. Eppure è proprio que…
 
Alzo la testa e vedo che sulla lavagnetta luminosa c’è il numero 2. Il mio numero. «De Sciglio, esce De Sciglio», sento gridare. Non ho molto tempo per realizzare, perché in quel preciso istante 70mila persone iniziano a fischiare. Fortissimo. Non capisco: sono stato dato in pasto ai leoni. «Perché cazzo mi sta cambiando?», non riesco a chiedermi a…
 
Si è da poco conclusa l’ultima della Champions League e se oggi siamo qui a commentare lo spettacolo di una delle competizioni più spettacolari al mondo, lo dobbiamo a due fattori: un’amichevole e un articolo di giornale. Oggi vi spieghiamo tutto, partendo dall’inizio. Il 13 marzo del 1954, in una sfida al Molineux di Wolverhampton, i padroni di ca…
 
Cinque maggio del 2002. Una data fin troppo facile da associare a una giornata di campionato: il tracollo dell’Inter all’Olimpico, la Juventus che non stecca a Udine e vince il titolo in volata, con i nerazzurri che in un pomeriggio da incubo si ritrovano da primi a terzi, scavalcati anche dalla Roma. Ma questa è la storia dell’altro cinque maggio,…
 
A Fray Bentos la carne è un culto. È come Diego Armando Maradona per gli argentini, è come il Rinascimento qui a Firenze. La storia della mia città è nata proprio lì, tra gli stabilimenti e le fabbriche. Pensate che le hanno nominate ‘Patrimonio dell’Umanità’. Questa industria ha dato da mangiare a tanti uruguaiani. E anche alla mia famiglia. Ci pa…
 
Attorno alla stagione 1982 83 dell'Udinese c'è una curiosa leggenda metropolitana. Ne ha scritto Sportweek nel 2019, l'hanno riportata in tanti: quell'anno l'Udinese non riusciva mai a vincere in casa e spesso era successo che i tiri dalla distanza si foss ero stampati sulla traversa. A segnalare la cosa era stato soprattutto Ivica Surjak, attaccan…
 
Lo stop, il tiro, quell’attimo di sospensione che segue. Come ogni volta, per cercare di immaginare dove andrà il pallone. È una routine che qualsiasi attaccante ha imparato a fare sua sin dalle prime partite giocate con gli amici, un istante che si dilata all’infinito, tra l’impatto e l’epilogo. Può finire bene, può finire male. Ma c’è anche un ca…
 
È un colpo di fulmine. È l'esordio “in società” del nuovissimo Milan di Silvio Berlusconi, che ci tiene da morire: è stato invitato al Trofeo Gamper, classico appuntamento di inizio stagione del Barcellona, insieme al Tottenham, al PSV Eindhoven e naturalmente ai padroni di casa. È la prima volta che una squadra italiana partecipa al Gamper: come t…
 
La storia del piccolo Kanté è una storia di grande povertà. N’Golo nasce nei sobborghi di Parigi da una famiglia di immigrati, proveniente dal Mali in Africa. E’ il primo di ben 8 figli e già da bambino deve darsi da fare. Inizia a raccogliere la spazzatura dalle strade, per ottenere qualche spicciolo dalle ditte che riciclano i rifiuti. È proprio …
 
“Grazie, Dio, per il calcio, per Maradona, per queste lacrime, per questo Argentina 2, Inghilterra 0” (Victor Hugo Morales) Il 14 giugno 1982, un’ultima offensiva inglese a Port Stanley pone fine alla Guerra delle Falkland. Un conflitto durato poco più di due mesi, che ha visto l’esercito argentino soccombere dinnanzi alla forza della marina britan…
 
La sera del 5 novembre 1997, Italo Galbiati, storico vice allenatore di Fabio Capello, è seduto sulle tribune del Camp Nou di Barcelona. Il report che invia ad Adriano Galliani racconta di un giocatore favoloso, un vero e proprio crack che è esploso quella notte. “Gioca su tutto il fronte di attacco, sa chiamare la profondità come pochi”. Sette rig…
 
Se mi chiedessero «Cuchu, ma ripartiresti altre cento volte dalla Serie D?», la risposta sarebbe sempre e solo «sì». Tornerei tutta la vita sui campi in terra sui quali andavo a giocare con l’Albissola.Quando sento i miei compagni lamentarsi del manto erboso non in perfette condizioni qui in Serie A, ripenso a quelle fasce d’argilla sulle quali cor…
 
3 aprile 2018. Juventus Stadium. Andata dei quarti di finale di Champions League. Di fronte, i bianconeri padroni di casa e i campioni in carica del Real Madrid. La vigilia era stata descritta dai media come la rivincita di Cardiff, ma in campo è tutta un’altra storia. Dopo tre minuti, Cristiano Ronaldo porta avanti i blancos. Poi, al minuto 64, re…
 
Tanto elegante quanto fragile. Marco Van Basten è entrato senza ombra di dubbio nell'Olimpo dei calciatori più grandi di tutti i tempi. Eroe di Ajax, Milan e Olanda, pur dovendo rinunciare alla sua carriera a soli 30 anni. Con l'Ajax vince 3 campionati, 3 coppe dei Paesi Bassi e una Coppa delle Coppe, oltre alla Scarpa d'Oro, ma con il Milan entra …
 
6 Settembre 1995. Empire Stadium di Wembley. In programma un'amichevole tra i padroni di casa, organizzatori di Euro ’96, e la Colombia. Jamie Redknapp, centrocampista del Liverpool al suo debutto con la nazionale inglese, prova un cross in area verso le punte. Il traversone è totalmente sbagliato. Imprendibile per chiunque, la palla è diretta tra …
 
«Nonna dormi pure, è tutto vero». «No Matteo, non riesco. Non ci credo che sia successo davvero». Non riusciva a dormire. Non aveva neanche finito di guardare la partita contro il Torino. Non ce la faceva. Troppa ansia, troppe emozioni. Credo sia stata la prima volta che le è successo. «Ho giocato a San Siro, con la maglia del nostro Milan». Per un…
 
Dal DISASTRO Ventura a CAMPIONI D'EUROPA ||| Il TRIONFO dell'ITALIA Saka è sul dischetto del rigore. È il quinto penalty, quello decisivo per decretare un vincitore o per andare a oltranza. Sapete tutti cosa sta per accadere. L’avete visto con i vostri occhi, avete vissuto quel momento e l’avete fatto vostro. Rimarrà indimenticabile per sempre nell…
 
La Superba, Francesco Petrarca fu il primo a chiamarla così. Per il suo portamento elegante e maestoso, visibile solo a chi la osservava dal mare. Genova è unica, gelosa come nessuna delle proprie ricchezze, degli angoli che tiene nascosti agli occhi inesperti di un forestiero. È una città schiva, un po’ timida e follemente orgogliosa. Forse più de…
 
Se provate ad entrare in casa di un qualsiasi giocatore in pensione, è praticamente certo che troverete una stanza le cui pareti sono decorate di medaglie e riconoscimenti. Ricordi dei loro giorni passati sul rettangolo verde mostrati con grande orgoglio. Sono il lascito delle loro carriere che vengono inevitabilmente erose dal tempo. Tutti hanno u…
 
Il 19 luglio del 1966, l’Italia esce dal Mondiale inglese dopo una clamorosa sconfitta contro la Corea del Nord. Un risultato talmente inaspettato che, per anni, il termine “Corea” nel calcio tricolore sarà sempre associato a questa disfatta. Il 18 giugno 2002, la nazionale azzurra, guidata da Giovanni Trapattoni, scende in campo a Daejon per gli o…
 
25 luglio 1997. Una tranquilla mattina d’estate milanese. Tra i marciapiedi della centralissima via Durini passeggiano due uomini di mezza età. Sono insieme ad un ragazzo. Giovane, cappello in testa e un sorriso contagioso stampato sul volto. Si stanno dirigendo verso gli uffici della Saras, dove li aspetta il presidente dell’Inter, Massimo Moratti…
 
Il giorno in cui ROY KEANE spezzò la CARRIERA di HAALAND “Avevo aspettato abbastanza. L'ho colpito dannatamente forte. Beccati questo stronzo. E non provare mai più a ghigniarmi in faccia che sto simulando un infortunio!” La vendetta è un piatto che va servito freddo. Una delle massime più usate nella storia della letteratura e del cinema. Da Steph…
 
❌ Il MALEDETTO EUROPEO 2000 ||| La beffa FINALE ❌ Rotterdam, stadio De Kuip. Domenica 2 luglio 2000. Siamo al 93esimo minuto della finale dell’undicesima edizione dei Campionati Europei. La Nazionale Italiana contro ogni pronostico sta vincendo 1 a 0 contro la Francia, contro i rivali di sempre. Mancano poche manciate di secondi al fischio finale. …
 
🔴 La PEGGIORE MALEDIZIONE nella storia del CALCIO ||| L' ANATEMA di BELA GUTTMAN 🔴 Vienna, 22 maggio 1990. Un signore sulla cinquantina cammina da solo tra i viali e le tombe monumentali del cimitero centrale. Dentro di sè ha un misto di paura e speranza. Cerca una lapide in particolare. Non quella di un parente, ma quella di un suo ex allenatore. …
 
⭕ Goran Pandev: l'intervista ⭕ Come sei arrivato a quasi 38 anni così? «Forse sono così carico perché sono alla fine. Sicuramente è il lavoro quotidiano, tutti i giorno. Alla mia età per star bene devi lavorare, devi allenarti, più di prima, di quando eri più giovane. Pensi a quello a cui stai mangiando, ad andare a letto prima, devi fare tanti sac…
 
🧿 Il PAZZESCO MIRACOLO della GRECIA ||| EURO 2004 🧿 11 ottobre 2003. Atene. Un caldo sabato sera di inizio autunno. Dentro il vecchio stadio Nikolaidis, storico catino del Panathinaikos, sta per andare in scena una partita storica. La Grecia si gioca, per la prima volta dopo ventitré anni, l’accesso alla fase finale del Campionato d’Europa. Avversa…
 
⭕ A CASA di DAVIDE CALABRIA ⭕ «Colazione e pranzi obbligatori a Milanello. Sempre stato così. Almeno da quando c’è Pioli quindi più o meno dall’inizio del Covid». Hai sempre sognato Milanello? «Assolutamente sì, son cresciuto lì. Facendo tutta la trafila il mio sogno era arrivare lì, poi magari non pensavo di restarci così a lungo, anche se era un …
 
🧿 Il rigore di Roberto Baggio 🧿 Probabilmente sapete tutti cosa sta per accadere. Pasadena 7 luglio 1994, Finale dei Mondiali di calcio. Italia-Brasile si decide alla lotteria dei calci di rigore. Roberto Baggio sta posizionando il pallone più importante della sua vita sul dischetto. Si è diretto verso gli undici metri partendo dal centrocampo con …
 
È il 5 dicembre 2019. La Roma sta preparando la sfida contro l’Inter a San Siro. I giallorossi sono negli spogliatoi ed Edin Dzeko scherza con Gianluca Mancini: «Attento che domani non la vedi mai, Lautaro e Lukaku non ti faranno dormire». Con quella frase, il bosniaco gli da scattare qualcosa nella testa. La carica di cui aveva bisogno. Contro i n…
 
⬜ La PARTITA PIÙ PAZZA di SEMPRE ||| Barbados - Grenada ⬜ Quante volte avete ascoltato la frase: “Nel calcio ne ho viste di tutti i colori”. Parole che sono diventate un mantra. Basta una polemica, un torto arbitrale, un comportamento fuori dalle righe e subito qualche addetto ai lavori la tira fuori come un asso dalla manica. Alcune volte calza al…
 
FUTSAL - «Ci troviamo in un nuovo palazzetto, quello della L84. Una nuova realtà di calcio a 5. Mi ha preso subito, da fuori pensavo che sarebbe stato semplice, avendo giocato ad alti livelli. E invece c’è tanto lavoro dietro: tanta tecnica, tanto movimento, è uno sport faticoso e divertente, la partita non si ferma mai. Ci possono essere cambi di …
 
«Calciosociale è un progetto di inclusione sociale. È cambiare le regole del calcio per ridiscutere le regole del mondo». Parole speciali di una persona speciale, Massimo Vallati, un sognatore forse, ma con le idee chiarissime e un’ambizione che in un buona parte è stata già costruita e raggiunta. Un obiettivo, una missione, uno scopo, si potrebbe …
 
“Questo team ha le basi per compiere il salto di qualità’. Sono qui per vincere lo scudetto”. Siamo alla fine di maggio del 1999. La stagione si e’ appena conclusa quando Franco Sensi, imprenditore petrolchimico e numero uno della Roma da sei anni, annuncia il nuovo allenatore dei giallorossi. Via Zeman, ottimo come personaggio, meno come trainer, …
 
Istanbul. Per un tifoso del Milan questa parola ha perso il suo reale significato. Non c’entra niente con la Turchia, né con Bisanzio, Costantinopoli o l’Impero romano d’Oriente, quando viene nominata nessuno pensa nemmeno per un istante al Grande Bazar o al Ponte sul Bosforo. Istanbul significa sconfitta, vuol dire la più grande delusione di una v…
 
⬜ Quando PELÉ rubò la COPPA al Milan ||| La BOLGIA del Maracaná ⬜ Coppa Intercontinentale 1963 “Se non interessa al Milan, allora sentirò l’altra campana” . Queste parole, sibilline e pesanti come una minaccia, sono state pronunciate pochi giorni prima del 14 novembre 1963. Il luogo non è certo, ma potrebbe essere un qualsiasi hotel di Rio de Janei…
 
🔴 🔵Il GOL da UN MILIARDO di STERLINE ||| La NASCITA della RIVALITÀ tra LIVERPOOL e CHELSEA 🔴 🔵 Il biondo con la maglia numero 30 indosso arriva da lontano. Da un posto dove tutto puoi pensare di trovare, ma mai e poi mai un calciatore: la Groenlandia. Da ragazzo è arrivato prima in Danimarca all’Aalborg, e, in seguito, la sua scalata l’ha portato n…
 
® Il GIORNO in cui Ronaldo MORÌ per un MINUTO ® Siamo in Brasile, a Rio de Janeiro, è il 13 luglio 1998. Il giorno prima allo Stade de France di Saint-Denis si è giocata la finale dei Mondiali tra i padroni di casa della Francia e il Brasile. Ronaldo Luís Nazário de Lima, l’attaccante più devastante del pianeta, il più idolatrato e famoso, colui ch…
 
Loading …

Quick Reference Guide

Copyright 2022 | Sitemap | Privacy Policy | Terms of Service
Google login Twitter login Classic login